giovedì 4 gennaio 2007

Bifidus Actiregularis???

All'inizio la pubblicità di Activia di Danone mi faceva solo sorridere, è da un po' che però sto diventando un pò critica nei confronti di ciò che la tv vuole continuare a propinarci e la prima cosa contro la quale credo sia giusto scagliarsi è la pubblicità... è quasi tutta pubblicità ingannevole!!! Vanno bene i film e similari che si sanno essere finzione, ma le pubblicità dovrebbero pubblicizzare i prodotti che ci vogliono spingere a comprare senza prenderci in giro... o no?
Parliamo allora del Bifidus Actiregularis di Activia di Danone, ex Bifidus Essensis... ho cercato... esiste solo come nome commerciale inventato di sana pianta dalla Danone! E vi dirò di più, non solo è un'invenzione per fare marketing, ma non sono stati neppure abbastanza coerenti da adottare la stessa "etichetta commerciale" del principio attivo da loro tanto decantato in tutti i Paesi in cui vendono il loro prodotto. Infatti questo povero bifidus è stato ribattezzato a seconda dei Paesi come Bifidus Regularis, Bifidus Essensis (che era il nostro), Bifidus Digestivum o appunto ora almeno in Italia Bifidus Actiregularis... bene, non sono affatto nomi scientifici: qui non ho un dizionario latino cartaceo, ma ho cercato su un traduttore on line la parola "digestivus" e "digestivum" (che dovrebbero essere il nominativo nel primo caso se il nome è maschile, nel secondo se fosse neutro) e indovinate il risultato??? Non esiste!! ...ma che sorpresa! Bene, normalmente le etichette scientifiche mi risulta siano in latino, e non latinizzate! Capisco di non trovare "bacillus", ma non so se ai tempi dei romani si conoscevano, quindi va bene latinizzare, ma "regolare" ha una traduzione latina: "iustus", stesso discorso per "attivo": "acer", "operosus", "impiger", ecc., ma non "activus"! Ma ammettiamo che questa sia solo una mia divagazione classicista. Comunque questi nomi esistono solo nel marketing Danone, e questo è un fatto. Ho cercato, ed ho trovato che tutti questi bifidus, altro non sono che il "bifidobacterium animalis DN 173 010": questo è il loro nome scientifico... però la pubblicità ha pensato bene di non servirsene in quanto non dà tanto l'impressione di essere un probiotico, anzi, magari farebbe anche un po' schifo, non credete?
Ricapitolando, assodato che questa multinazionale ha deciso di prenderci un po' in giro, vediamo di erudirci un po' sull'argomento "probiotici". Un sito in proposito che ho trovato molto interessante e illuminante (oltre alla utilissima wikipedia) è questo:

http://www.erboristeriaedaltro.com/SUPPLEMENTI%20PROBIOTICI%20ACIDOPHILUS.htm

(prima o poi imparerò ad inserire anche i link), dove ho scoperto che i maggiori probiotici utilizzati nello yogurt sono lo "streptococcus thermophilus" ed il "lactobacillus salivaris" (però, che nomi poco commerciali!), e che molto utile al corpo umano è anche il "lactobacillus bulgaricus" in quanto impedisce agli agenti patogeni di penetrare nell'intestino.

Insomma, mangiare lo yogurt fa bene, ma mangiando ogni giorno (meglio se a digiuno o comunque lontano dai pasti) un qualsiasi yogurt contenente fermenti lattici vivi, per almeno quindici giorni, sono certa che il problema della Marcuzzi si risolve lo stesso!

E dopo questa piccola guida all'ascolto critico mi sento comunque in dovere di dire che sono quasi sicura che lo yogurt Activia faccia bene, ma lo farebbe anche senza prendersi gioco di noi, senza la presenza di strani lactobacilli che se veri dovrebbero essere stati incrociati in chissà quali modi... e soprattutto anche se costasse un po' meno!!!



Saluti!

13 commenti:

nicla ha detto...

Non ci bastava il Bifidus, questa nota marca ora si occupa anche di controllare il nostro colesterolo con Danacol, e mi astengo dal fare commenti perchè magari funziona davvero (anche se il dubbio che ci sia più che ltro speculazione rimane), ma proprio non mi posso trattenere dal dire qualcosa sulla pubblicità di questo prodotto. L'avete vista? E' quella in cui c'è un uomo piuttosto giovane che sotterra i simboli della vita comoda nel giardino di casa (ed è inutile trovare spiegazioni alternative, è proprio il girdino di una villetta si direbbe anche unifamiliare!) ed arriva una donna giovane e bella che gli dice di non preoccuparsi e fare come lei, vita sana ed un danacol al giorno, e nel dire ciò gli poggia anche il viso sulla spalla (o qualcosa di molto simile)... ora, quello è il giardino di una casa indipendente, gli ti strusci addosso come una che spero lo conosce molto bene... e lui non sa che prendi un danacol al giorno??? ma se vivete insieme!?! ...o almeno avete grande confidenza! E altra considerazione, possibile che questi due giovani in forma e salute abbiano tutti e due il colesterolo alto? Vero che anche nei giovani in forma vi può essere una predisposizione genetica ad accumulare colesterolo, ma loro si devono proprio essere cercati!
Ora, dato che mi ci trovo, avete visto anche il nuovo Essensis di danone? con gli omega 6 dalla borragine, antiossidanti del tè verde, vitamina E e fermenti lattici 'esclusivi'... mangiare tanta frutta e verdura ed avere un'alimentazione che comprenda tutti i principi nutritivi costa meno, dà più soddisfazioni ed aiuta anche a combattere molte malattie.

Anonimo ha detto...

Siete tutti un po' moralisti. Se per far assumere i probiotici e' necessario cambiare il nome del microrganismo ben venga! Nella nostra cultura lo yogurt non e' contemplato. Si prende l'enterogermina quando si ha la diarrea. Ma lo sapete che l'enterogermina e' ricombinante e porta la resistenza ad antibiotici che puo' essere trasferita geneticamente ad altri batteri della nostra microflora e creare danni spaventosi. Nessuno lo sa e ci si accanisce contro la Danone. Quindi mangiamo yoghurt di qualsiasi marca con nomi di batteri inventati per convincere il pubblico che sta prendendo qualcosa che fa bene alla salute e lasciamo a parte le polemiche!
Una biologa nutrizionista

nicla ha detto...

dare della moralista a chi consiglia di assumere yogurt e fare vita sana, senza mettere in dubbio che tali abitudini non facciano altro che bene, sembra un pochino di parte. ho riletto il post e non vedo suggerimenti di prendere l'enterogermina, anche perchè personalmente l'ho presa due volte e l'ho trovata spaventosa...
un pò fuori tema, e da una biologa nutrizionista super partes mi sarei aspettata più un sottolineare i vantaggi di yogurt e vita sana che non l'accusa di essere moralista se critico chi vuol far soldi sulla salute degli altri... e spero di non trovare nessun nutrizionista che mi consigli una marca particolare di yogurt, mentre per quel che riguarda il danacol accetterei anche, ma evidentemente non era il prodotto in sè il bersaglio del commento un pò... acido, per restare in tema ;-)

nicla ha detto...

...ultimo appunto, e non riguarda solo me, ma chiunque dovesse leggere questo blog: non è carino dire 'nessuno lo sa' riguardo all'enterogermina, è brutto dare per scontata l'ignoranza altrui, soprattutto quando non è comprovata, nè supponibile.

Anonimo ha detto...

quando la smetterà di prendere in giro tutti...

perchè si dovrebbe ingerire quello strano prodotto

io consumo regolarmente quello commercializzato a meno di un euro per 500 cc...!

e sono molto regolare...!

ma mia moglie vuole buttare dalla finestra anche cinque euro per sei barattolini da 125 cc...

a voi tutti una riflessione...!

Anonimo ha detto...

voglio proprio vede se sul sito Danone verrà reso npoto il mio commento: molto più cattivo e dettagliato sulle capacità "defecatorie"

in tutto il mondo hoi consumato il prodotto base senza additivi come edulcorantie frutta esotica ... ritengo che sia perfettamente inutile: serve solo per far pagare ai creduloni prezzi assurdi pre un prodotto naturale

Anonimo ha detto...

la cosa più triste è quella di dover subire le elucubrazioni della "biondissima" durante i propri pasti

tra diarrea e defecazioni durante il pasto è molto difficile non provare conati di vomito

oggi sono proprio irritato... non se ne può proprio più...

Acehigh ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Acehigh ha detto...

Ciao a tutti,
se devo chiamare un fermento "actiregularis", allora ben venga chiamare l'acqua del rubinetto "DISSETAL" e venderla a 10 euro a lattina.
L'obiettivo del post credo fosse di puntare il dito sull'ignoranza delle masse che si fanno abbindolare da pubblicità finte e continuano sempre di più a NON usare il cervello.

Anonimo ha detto...

lei, nicla che ' tanto acculturata in cose su cui per informarsi , è sufficiente un click alla tastiera di un pc,mi dica e'una biologa o una dottoressa in medicina? o solo una persona polemica verso ogni marca perchè pensa che queste stesse siano sinonimo di consumismo? questi jogurth di activia funzionano per il mio benessere, e a me tanto basta , senza bisogno di sproloqui e accuse piu che al prodotto , alla pubblicita'.....,sproloqio in cui lei ,invece, mi sembra piuttosto accanita.....come si suol dire "POCA SAPIENZA ,TROPPA ELOQUENZA"

nicla ha detto...

...rispondo solo per educazione... "poca grammatica ed ortografia, troppa eloquenza"...
Mi pare ovvio, ma per chi ancora non lo avesse capito lo ripeto, che il post su activia era più che altro contro il consumismo (ma poi fate quello che volete coi vostri soldi), mentre il commento sul danacol era proprio riferito alla vecchia pubblicità... poi se vi piace la danone compratela pure!

...è la libertà di pensiero e parola ad essere in pericolo quando non si può criticare una pubblicità...

nicla ha detto...

Il mio ultimo commento è proprio nel tono che mai vodrei vedere in questo blog, e nemmeno fuori. Non penso che gli attacchi personali siano in alcun modo costruttivi, nè mai educati.
Mi si potrebbe chiedere perchè l'ho scritto allora, e la risposta è che semplicemente sono stanca di subire attacchi personali da chi da me non è stato attaccato... e anche per dare dimostrazione evidente di cosa intendo per attacco personale.
Invito tutti a leggere molto bene il post prima di dedicarsi a tali sproloqui poichè la critica maggiore era quella velata... quindi non esattamente alla Danone, che vende come può (ovviamente, aggiungerei).

Esempio di critica non personale:

"Non ritengo che sia giusto attaccare la pubblicità della Danone, poichè questa marca ha dimostrato nel tempo di offrire prodotti sani e validi e si è guadagnata così la fiducia del cliente, tanto da poter alzare significativamente i prezzi rispetto ad altre marche. Il nome del bifidus in questione è certamente di secondaria importanza quando il prodotto mantiene ciò che promette."

Ecco, qui nulla da ridire... o forse:

"Purtroppo o per fortuna amo sperimentare e dare la possibilità di soddisfarmi anche a prodotti diversi da quelli che vanno per la maggiore, penso che la concorrenza sia l'anima del commercio e manifestare il mio dubbio sull'esclusività dei benefici del prodotto in questione non vuole in alcun modo mettere in dubbio la sua efficacia"

Che ne pensate?

Mi permetto di aggiungere una postilla: ma sembro proprio così ignorante? No, non sono medico, nè biologo, nè nutrizionista... ma ho interpellato persone competenti sia prima che dopo aver scritto questo post.

G ha detto...

nicla, non ti preoccupare degli attacchi: magari sono fatti "su commissione".
Chiunque legga il thread vede subito che sono entrambi fuori tema.

Ti confermo peraltro che il nome è "solo" commerciale (infatti c'è la (R)).

Segnalo anche che in europa ci si sta attrezzando per avere uno standard per poter usare la parola "probiotico", che costituisce una rivendicazione di effetto benefico per la salute.
Si trova cercando su internet, per esempio con "probiotics european standard"

Da ultimo, mi pare che sull'activia, non ci sia (più?) scritto "probiotico".